Menu:

Latest news:

FEED RSS:
New design and layout finished and uploaded to OSWD. Since it is my first contribution to this site, it has been given the title "andreas01".

Read more...

Benvenuto:

nel portale turistico del Comune di Capalbio. All' interno troverai indicazioni relative ai servizi, alle tradizioni, alla storia del paese e alle sue molteplici attività. Buona navigazione!

Links:

- Orari Treni
- Autobus
- Valid XHTML
- Valid CSS

Powered by:
Vulcano s.r.l.

Home > Capalbio.net - Escursioni

ESCURSIONI

.......................

Il Giardino dei Tarocchi: Sicuramenete uno dei luoghi da non perdere per le vostre escursioni a Capalbio è il famoso "Giardino dei Tarocchi" una sorta di parco a tema nel quale sono rappresentate, sottoforma di giganti sculture, le 22 carte dei tarocchi. Il "sogno" e la realizzazione di tale opera artistica fù della, ormai scomparsa, scultrice francese Niki de Saint Phalle. L´ idea fù ispirata dal "Parco Guell" di Barcelona del famoso architetto Gaudí, a cui le forme artistiche del Parco dei Tarocchi si rifanno. Alla fine degli anni 70 iniziarono i primi lavori, anche con l´ aiuto del marito della Sain Phalle, lo scultore Jean Tinguely. Il giardino è situato precisamente nella tenuta di Garavicchio, in una zona di altipiani collinari. Le sculture sono realizzate in cemento che ricopre una gabbia interna di ferri di vario spessore, sagomati a mano e intrecciati tra loro. Il rivestimento delle opere, realizzato con la tecnica del mosaico, si avvale di molteplici ed originali materiali quali la ceramica e i prestigiosi vetri colorati di Murano. Oggi il giardino, ormai a lavori ultimati, è una fondazione privata, e i ricavi delle visite finanziano le cospicque spese di manutenzione necessarie al giardino. Dunque Il parco dei Tarocchi è di certo un "mondo" ricco di significati simbolici quasi esoterici; sicuramente un luogo in cui accompagnare i propri figli, che pur se non profondi conoscitori d'arte sapranno carpire bene tali significati, con la loro innata arte: quella della fantasia.

Il Borgo Medioevale: Se non avete intenzione di allontanarvi troppo dall´ abitato di Capalbio, una valida escursione può essere senz´ altro quella all´ interno del suo antico centro storico; entrando dalla caratteristica "Porta senese", vi si aprirà una serie di vie e viottoli custoditii all´ interno delle caratteristiche mura quattrocentesche. Passeggiandovi sembra ancora di sentire il gusto e i rumori di tempi ormai trascorsi, una sorta di viaggio nel passato, sin da quando fù costruito nell´ VIII secolo come castello dell´Abbazia delle Tre Fontane di Roma, passando poi nelle mani degli Aldobrandeschi e degli Orsini, fino ad arrivare nel dominio di Siena in età rinascimentale. Continuando il nostro viaggio a ritroso non si può non citare la "Torre della Rocca degli Aldobrandeschi" dove tra l´altro sorge il Palazzo Collacchioni, noto per avere in custodia, al suo interno, un pianoforte settecentesco suonato dal Puccini. Se poi vuolete dare un gusto mistico alla vostra escursione, non dimenticate di visitare la "Pieve di San Nicola" impreziosita dagli affreschi di artisti umbri e l´ "Oratorio della Provvidenza" che conserva il prezioso affresco della "Madonna della Provvidenza", probabilmente realizzato in collaborazione dal Perugino e dal Pinturicchio.

Oasi WWF Lago di Burano: Un´escursione davvero interessante a livello naturalistico, che vi parlerà della terra di maremma nella sua veste più caratteristica. Imboccando l´ Aurelia verso sud, e uscendo al bivio per Capalbio Scalo, oltre la ferrovia che taglia la strada si arriva all´Oasi naturalistica del WWF. La storia di questo specchio d'acqua palustre è ormai millenaria, persino gli intraprendenti etruschi capirono il valore ambientale di tale località, tanto da bonificarla e costruirvi il canale della Tagliata. Ma per l´uomo moderno, che aveva preso questa zona come un tiro a segno per folaghe e anatre, capire l´importanza di tale selvaggio paradiso era del tutto secondario, ma fortunatamente alla fine degli anni ´60 il neonato WWF ne acquistò i diritti di caccia e inizió a trasformare l´ intera zona in un´ area protetta di importanza internazionale. La riserva divenne poi un centro didattico a cielo aperto, con tanto di cartelli informativi, guide e guardiani. Oggi si può praticare il bird-watching dalle torrette attrezzate e disperse nel parco, ed è un emozione unica osservare la vita di branchi, anzi stormi, di folaghe, aironi, gru, codoni e tanti altri uccelli palustri. L´ area è sicuramente uno scorcio fortemente caratteristico di quel che rappresenta questa nobile e antica terra; sembra quasi di assistere ad una vecchia pellicola, quando a volte si ha la fortuna di veder arrivare a cavallo, tra giunchi e ginepri, i cow-boy maremmani:i nostri amati butteri.

Capalbio Cinema International Short Film Festival: Come ormai da anni, anche il 2005 vedrà accendere i suoi riflettori sul consueto appuntamento culturale con il "Capalbio Cinema International Short Film Festival". Dal 6 al 10 Luglio 2005 si svolgerà la dodicesima edizione della manifestazione realizzata dall´ Associazione Culturale 3d di Roma e finanziata dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Toscana, Amministrazione Provinciale di Grosseto, Comune di Capalbio. Il Festival è incentrato sulla visione di cortometraggi in pellicola, della durata non superiore ai 15 minuti e provenienti da tutto il mondo. Le pellicole saranno giudicate da una selezionata giuria di esperti internazionali, da una di creativi e da un´ ulteriore giuria di giovani alunni delle scuole della provincia di Grosseto, per assegnare il premio in denaro, che a questo punto, per importanza, passa sicuramente in secondo piano, rispetto alla visibilità che si può ottenere vincendo questa prestigiosa manifestazione. Dunque il "Capalbio Cinema International Short Film Festival" è un interessante rampa di lancio per chi è appassionato di cinema o per chi è intenzionato a costruirsi una professione nel mondo della pellicola. Inoltre la manifestazione si avvale di rassegne itineranti e della partnership di importanti case di distribuzione, scuole di cinema e pubblicitari.